Viaggio in coppia? Ecco le mete ‘pericolose’ da evitare assolutamente

Agli “scoppiati” post-vacanza è stato chiesto quale fosse stata la meta del soggiorno con la presunta anima gemella. Al primo posto della “top-five scoppia-coppie” troviamo, con il 21% di rotture, il Messico, seguito da Ibiza (17%), Portogallo (12%), Capo Verde (9%) e Lanzarote (7%). La stessa domanda è stata rivolta poi alle coppie ancora felicemente insieme. Tenerife è risultata la località più adatta alla crescita di una love story, con il 18% di coppie che l’hanno visitata all’inizio del loro amore e stanno tutt’ora insieme.

Segue a breve distanza l’Italia, che con il suo patrimonio artistico unico al mondo e la tradizione enogastronomica più invidiata, ha contribuito nel 15% dei casi a suggellare un amore appena sbocciato. Troviamo poi due isole del Mediterraneo, Cipro, con il 13% di unioni durature, e Maiorca (10%), la più grande delle Baleari. Ultima delle destinazione da scegliere, per non rischiare di ritrovarsi single entro sei mesi, è la Spagna continentale che, con il suo calore e la sua allegria, ha fatto da sfondo al 9% delle unioni più durature.

Alla luce dei dati raccolti dallo studio, si può anche affermare che una vacanza non è sempre sinonimo di relax e divertimento: il 73% del campione totale ha ammesso di aver discusso con il partner durante il soggiorno. I motivi più ricorrenti di litigio? Nel 28% dei casi si entra in contrasto per un ritardo, ad esempio per raggiungere l’aeroporto, prendere un treno, o partecipare ad un’escursione; il 21% si è trovato in disaccordo su cosa fare durante il soggiorno, cosa visitare, come impiegare il tempo a disposizione. Infine, il 20% ha litigato per motivi legati alla gelosia.

repubblica.it