Condividi

Anche le suore di clausura, il prossimo 4 dicembre, non mancheranno all’appuntamento del referendum sulla riforma del bicameralismo e del titolo V della Costituzione. Si consulteranno tra loro, metteranno sul tavolo i punti di vista ma, a
poco più di un mese dal voto, emerge con chiarezza che saranno con il fronte del No. “Non abbiamo ancora fatto un incontro
comune – premette all’agenzia Adnkronos suor Rosa Lupoli, già abbadessa delle suore di clausura Clarisse di Napoli, le religiose che si trovarono al centro di una polemica con Luciana Littizzetto – ma l’idea che mi sono fatta è che ci sia una grande insoddisfazione. Quando si leggono le motivazioni del No si capisce che c’è un largo fronte che pensa che il governo non sia in grado di affrontare modifiche alla Costituzione”.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteMeteo weekend e ponte di Ognissanti
Prossimo articolo"Milano come Gorino", la destra è pronta alle barricate "anti profughi": il piano di Salvini