Le vacanze, la casa, i soldi, le feste. L’accusatore: che cosa ha fatto Fini

Si passa poi “al festeggiamento privato per il compleanno della prima figlia di Fini e Tulliani nell’appartamento di Montecitorio riservato al presidente della Camera parteciparono pochi parenti, qualche personaggio politico, compagno di partito, nonché Corallo e la sua compagna”. A quell’epoca “Giancarlo ed Elisabetta Tulliani avevano già beneficiato di molto denaro da Corallo, che aveva disposto, tramite Rudolf Baetsen, il duplice acquisto dell’appartamento di Montecarlo di proprietà di Alleanza Nazionale, di cui erano divenuti proprietari occulti. I Tulliani, dopo essersi celati dietro le società offshore per ricevere denaro di provenienza delittuosa da Corallo e per concretizzare l’acquisto dell’appartamento di Montecarlo, hanno continuato a occultare la possidenza fino a quando, con la vendita del 15 ottobre 2015, è stato realizzato il profitto corrispondente al reale valore dell’ immobile, evidentemente svenduto da An l’11 luglio 2008”.

Roma, 15 febbraio 2017
fonte liberoquotidiano