Condividi

Si aggiunge alla lunga lista di vittime di femminicidio Natasha Bettiolo, 46 anni, cuoca in una scuola di Trebaseleghe, in provincia di Padova. La donna si è trovata davanti al posto di lavoro il suo ex, Luigi Sibilio, 35 anni, pizzaiolo di origini napoletane. Lo ha così invitato a salire a bordo della sua Lancia Y bianca, parcheggiata sul ciglio della strada, per una discussione che sperava serena, anche perché in una via di passaggio.

Forse davanti all’ennesimo rifiuto della donna di ricucire il rapporto, l’ex compagno ha tirato fuori un lungo coltello da cucina e con un gesto netto le giugulare e trachea, un successivo fendente affonda invece nell’addome. A quel punto, Luigi Sibilio si ferisce egli stesso, piantandosi il coltello nell’addome.

Qualche passante si accorge dell’orrore e lancia l’allarme, ma quando arrivano i soccorsi Natasha Bettiolo è ormai deceduta, mentre il suo assassino viene trasportato in ospedale dell’elisoccorso del Suem. Sul luogo della tragedia, tra i primi ad arrivare, c’è l’ex marito della donna, in preda alla disperazione, accompagnato dai figli di lei, Andrea, 28 anni, e Nicola, 25. Anche loro stentano a crederci a quanto vedono davanti ai loro occhi.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedente“Basta Iva sulle bollette”, scatta la petizione online
Prossimo articoloElude il controllo dei genitori: bimbo vola giù da una finestra