Strage di Capaci, anche Leoluca Orlando diserta l’aula bunker

Il sindaco di Palermo Leoluca Orlando, questa mattina ha accolto studenti provenienti da tutta Italia

Cerimonia per la strage di Capaci, assenti nelle prossime ore il presidente della commissione Antimafia della Sicilia Fava e il governatore della Regione Musumeci. “Le istituzioni devono essere sempre rispettate e sono inutili le polemiche” ha commentato Maria Falcone, sorella del giudice.

Di poco fa è la notizia (da ANSA e corriere.it) che anche Leoluca Orlando, sindaco di Palermo, nel pomeriggio non sarà alla cerimonia di commemorazione iniziata questa mattina partire dall’aula Bunker.

Ad annunciarlo, secondo quanto riportato dalle agenzie, è lo stesso Orlando, che ha però accolto all’ingresso della stessa aula studenti provenienti da tutta l’Italia arrivati per commemorare il giorno della strage, il presidente della Camera dei deputati, Roberto Fico e il presidente del Consiglio Giuseppe Conte

Leoluca Orlando ha lasciato l’aula poco prima dell’arrivo dl ministro Matteo Salvini, attorno alle 10.30. Il leader della Lega poco prima era stato al Giardino della memoria di Capaci

Le dichiarazioni di Leoluca Orlando

Il motivo della scelta di non essere presente ad alcune parti della commemorazione, è spiegato dal Giornale di Sicilia: “Il dovere di rispettare la memoria di quell’Aula, del Pool antimafia che vi realizzò il primo maxi processo, del Comune di Palermo che a quel processo per la prima volta si costituì Parte Civile; soprattutto il dovere del rispetto della memoria di chi si è battuto a costo della vita contro ogni violenza e violazione dei diritti e del diritto, quel dovere mi impone di non essere presente all’aula bunker purtroppo trasformata in piazza per comizi”.

“Sarò oggi nelle piazze della città – ha concluso Orlando – con i cittadini di Palermo e con gli studenti di tutta Italia, sarò lì dove si renderà doveroso omaggio istituzionale e umano alla memoria delle vittime”.

“Siamo qui in un clima di festa, che potrebbe essere una contraddizione – ha dichiarato il premier Giuseppe Conte – Oggi è l’anniversario di una tragedia, ricordiamo questa giornata, anche con la mia presenza, come un giorno di dolore. Però è anche una festa. Questa è la nostra forza. Questa commemorazione è diventata la festa della legalità e questo è un colpo dal punto di vista culturale”

Nel pomeriggio i cortei

il primo partirà da via D’Amelio, il secondo dall’aula bunker. Si ricongiungeranno sotto l’Albero Falcone, in via Notarbartolo, per celebrare il momento del Silenzio alle 17,58, ora della strage di Capaci.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate

Potrebbero interessarti anche