Condividi

migrantimilanoIl generale americano Philip Breedlove denuncia le infiltrazioni jihadiste tra i migranti e il piano della Russia contro l’Europa

Milano. I terroristi, gli estremisti, i combattenti stranieri sono parte del flusso quotidiano di migranti che arrivano in Europa, un flusso che “maschera il movimento” di questi elementi pericolosi, mentre aumentano le possibilità di un attacco terroristico sul territorio europeo. Questa è la sintesi dell’intervento che il generale Philip Breedlove, comandante delle forze americane in Europa, ha fatto di fronte alla commissione Forze armate del Senato di Washington. Lo Stato islamico sta “espandendosi come un cancro” in questa miscela, ha aggiunto Breedlove, “approfittando di una minore resistenza e minacciando le nazioni europee e gli Stati Uniti”. All’inizio della guerra civile siriana, chi scappava dalla Siria e dall’Iraq era “un rifugiato legittimo”, come l’ha definito il generale, perché scappava dalla guerra, da un governo che non reagiva e dal terrorismo, ma negli ultimi mesi la situazione è molto cambiata.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedente"Nessun genocidio contro i cristiani in Siria e Iraq", per la Casa Bianca è questione di cavilli legali
Prossimo articoloSindacato di Polizia e Ministero dell’Interno: mai dimenticare da che parte stiamo