Condividi

Banche, così i conti correnti saranno ancora più cari

È trascorso un’ anno da quando molte banche italiane hanno iniziato un nuovo round di aumento dei costi dei conti correnti. Di fatto hanno scaricato sulle spalle dei clienti il pedaggio sostenuto per salvare gli istituti più in crisi di loro. L’ adesione, non proprio volontaria, al fondo Atlante, l’ aumento della copertura a 100.000 euro del Fondo di garanzia dei depositi dal 1 gennaio 2016, i contributi versati al Fondo di risoluzione per la normativa “bail-in” ma anche l’ abbattimento del costo del denaro deciso dalla Bce per tenere a galla il sistema economico europeo, in crisi proprio grazie all’ ingordigia delle banche, e le conseguenti più rigide regole che oggi gravano sugli istituti di credito, hanno prosciugato i caveau dei banchieri. Che naturalmente hanno deciso di scaricare gli oneri sulle spalle dei correntisti.

La Banca d’ Italia ha fatto atto di presenza inviando lo scorso aprile ai “soci” una comunicazione in cui tira loro le orecchie sottolineando come le modifiche unilaterali devono rispettare determinate regole.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteEsselunga ritira lotto di formaggio Taleggio: "Non mangiatelo, riportatelo in negozio"
Prossimo articoloImmigrati, Pietro Grasso a Lampedusa: "Il diritto d'asilo anche per chi scappa dalla fame"