Condividi

I titolari dell’antico Caffè Gambrinus a Napoli sono stati sanzionati per 833 euro per aver impedito l’ingresso nella sala da the di un cane, al guinzaglio e con museruola, che accompagnava una cliente non vedente, e ciò contravviene alla legge che disciplina il comportamento degli animali accompagnatori di disabili. Il verbale è stato stilato dalla Polizia Municipale. “Si è trattato di uno spiacevole equivoco” dice all’Ansa Michele Sergio, portavoce della storica famiglia che detiene il locale. “Mio zio non si è reso conto subito che si trovava di fronte ad una ipovedente, e quando lo ha capito ha invitato la signora a entrare, ma lei ha rifiutato, rivolgendosi ai vigili.

I cani possono entrare in alcune sale e in altre no; siamo disponibili verso tutti, specie nei confronti dei disabili” aggiunge Michele Sergio che sottolinea anche come la famiglia sia attiva nel sostegno a iniziative contro la disabilità. “Valuteremo il ricorso, ma siamo pronti a incontrare la signora magari davanti ad un bel caffè”.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteCampania, maxi operazione anti-droga in Campania: 50 provvedimenti
Prossimo articoloCous Cous al posto del prosciutto nel menù scolastico, la regione Lombardia: "E' follia"