Lombardia, clienti affollati e senza mascherina: chiusi bar e parrucchiere

La polizia locale di Brescia ha messo i sigilli al negozio di un parrucchiere per 15 giorni a causa dell’elevato numero di persone assembrate dentro il locale (molte senza mascherina).
Lo stesso è accaduto a un bar di Pinarolo Po, in provincia di Pavia.

Il salone, gestito da un cittadino di origini pakistane, rimarrà chiuso fino al 4 giugno su disposizione della prefettura: il controllo è stato effettuato dagli agenti nell’ambito delle verifiche in corso sul rispetto delle limitazioni imposte dai decreti, nazionali e regionali, per la riapertura delle attività commerciali.
I vigili, durante il controllo, hanno inoltre constatato la totale mancanza di dispositivi di protezione individuali (guanti e mascherine). Oltre alla chiusura, il titolare è stato multato per 400 euro.
Un caso analogo si è verificato in un bar di Pinarolo Po, comune dell’Oltrepò pavese, dove un bar è stato chiuso per una settimana dopo la creazione di assembramenti davanti all’ingresso nelle scorse serate.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate

Potrebbero interessarti anche