Condividi

La scelta di Mattarella? “È incomprensibile il no a Paolo Savona”, così tuona il leader del Movimento 5 Stelle Luigi Maio dopo la decisione del presidente del consiglio incaricato Giuseppe Conte

di rinunciare e di rimettere l’incarico esplorativo per “formare il governo di cambiamento” nelle mani del presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

La verità è che non vogliono il M5s al governo, sono molto arrabbiato ma non finisce qui”, minaccia il leader politico grillino.

 

luigi di maio

 

E sulle ragioni del “no” Di Maio punta il dito sulle agenzie di rating: “Il no qual è, perché, perché le agenzie di rating in tutta Europa erano preoccupati per un uomo che andava a fare il ministro dell’Economia.

E allora diciamoci che è inutile che andiamo a votare perché i governi li decidono sempre gli stessi, le agenzie di rating, le lobby finanziarie”.

L’IMPEACHMENT – In serata, in una telefonata con Fabio Fazio in diretta

Di Maio ha aperto all’ipotesi di impeachment per il presidente della Repubblica: “Bisogna mettere in Stato di accusa il Presidente. Bisogna parlamentarizzare tutto anche per evitare reazioni della popolazione”.

(Unioneonline/s.a.-D)

ASCOLTA E GUARDA IL VIDEO

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteAggredisce un Carabiniere al posto di controllo e gli causa gravi ferite
Prossimo articoloChi è Carlo Cottarelli: mister Spending Rewiew chiamato da Sergio Mattarella