L’ultimo giorno di Napolitano al Quirinale: “Sono contento di tornare a casa”.

L'ultimo giorno di Napolitano al Quirinale: "Sono contento di tornare a casa".
13 Gennaio 2015 – A Strasburgo Matteo Renzi lo cita chiedendo che tutto il Parlamento Europeo lo omaggi e dicendosi sicuro che, anche da senatore a vita, “continuerà ad essere un grande servitore dello Stato e continuerà a far sentire la propria voce”. Per Giorgio Napolitano è l’ultimo giorno da presidente della Repubblica. Domattina, a meno di sorprese, il Capo dello Stato presenterà le sue dimissioni. Poi si aprirà l’iter per la scelta del successore. Partita su cui il premier Matteo Renzi si gioca tutto.

Nel frattempo Napolitano compie i suoi ultimi atti ufficiali. Stamattina ha partecipato in piazza del Quirinale ad una manifestazione organizzata dalla Polizia di Stato (“Una vita da social”). E ad un bambino che lo interrogava ha risposto: ”Certo che sono contento di tornare a casa. Qui si sta bene, è tutto molto bello ma è un po’ una prigione. A casa starò bene e passeggerò”.

Quindi, dopo il saluto ai corazzieri, ha parlato ai microfoni di Rainews24: “L’augurio al Paese è che sia unito e sereno. Viviamo in un mondo molto difficile. Abbiamo visto nei giorni scorsi cosa è successo in Francia. Siamo molto incoraggiati dalla straordinaria manifestazione di Parigi, però, sempre essendo attenti a stare in guardia e a non fare allarmismo, dobbiamo essere molto consapevoli della necessità, pur nella libertà di discussione politica e di dialettica parlamentare, di un Paese che sappia ritrovare nei momenti più critici la sua fondamentale unità”.

(fonte Iltempo)

A.P.