Condividi

Luxottica integrerà la totalità degli stipendi di oltre 8mila dipendenti degli stabilimenti di Agordo, Cencenighe, Sedico (Belluno) e quello trevigiano di Pederobba (Treviso) costretti a casa dal fermo degli impianti per gli effetti del maltempo nelle tre giornate di lunedì 29, martedì 30 e mercoledì 31 ottobre e assoggettati al regime di cassa integrazione. Ne parla il Gazzettino.

Il rimborso della quota di stipendio non coperta dall’Istituto previdenziale sarà riconosciuto dall’azienda, che ha condiviso l’iniziativa con i sindacati, e sarà previsto per tutti i lavoratori direttamente nella busta paga di dicembre.

L’azienda si era già resa nota per altri eventi positivi. Ad esempio, il giorno dopo l’accorpamento con Essilor, che hanno dato vita a un vero e proprio gigante dell’occhialeria mondiale, Luxottica aveva tirato dalla manica l’ennesimo asso welfare al già precedente ricco pacchetto

Un sogno d’azienda. Così, invitava i propri dipendenti con più di 50 anni (ma tra sei mesi l’età scenderà a 40) a sottoporsi gratuitamente a un check-up annuale. E poi si rivolge ai genitori, non necessariamente proprie maestranze, di bambini piccoli con la presenza di un asilo nido e orarin elastici.

E ancora, un pensiero agli anziani con demenza senile: in arrivo, ad Agordo, un centro diurno. Il check-up aziendale, in termini di prevenzione, è previsto per quei lavoratori che hanno più di 50 anni (ma a breve 40) e prevede esami di laboratorio come sangue urine e feci.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteRistoranti, blitz Polizia: cibo andato a male pronto per essere servito. Scatta maxisequestro. I dettagli dell'operazione
Prossimo articoloCarabiniere di 22 anni si spara con la pistola d'ordinanza: aveva appena concluso il corso Allievi, il suo sogno diventato realtà