Condividi

Il presidente francese, Emmanuel Macron, è tornato a criticare coloro che “vogliono prendere l’Europa in ostaggio” utilizzando quella “demagogia che fa comodo ai dirigenti politici”.

Nella conferenza stampa finale dopo la visita ad Helsinki, Macron ha accusato coloro che “dicono che tutti i problemi vengono dall’Europa: un ponte crolla? E’ colpa dell’Europa.

Siete preoccupati perché ci sono immigrazioni dall’Africa? E’ colpa dell’Europa. Questi – ha aggiunto – non sono quelli che vengono chiamati populisti, sono i demagoghi”.

Il riferimento è al ponte Morandi di Genova: dopo il crollo Salvini aveva puntato il dito contro i vincoli Ue, salvo vedersi ricordare dalla Commissione Ue che “le regole fiscali concordate lasciano flessibilità a ogni Stato membro per fissare specifiche priorità”, come per esempio potrebbe essere la manutenzione delle infrastrutture.

Scrive Repubblica che questa mattina, il Viminale ha volutamente diffuso i dati di uno degli aspetti più ostici del rapporto diplomatico tra Italia e Francia, e cioè i controlli di frontiera ripristinati dal governo di Parigi da più di un anno e mezzo, con il conseguente carico di respingimenti “passivi” al confine.

Dunque, secondo il nostro ministero dell’Interno sono state 30.911 le persone respinte alla frontiera francese nel 2017: di queste 10.407 erano stranieri con un permesso di soggiorno valido in Italia (tra cui 1.465 pakistani, 1.108 malesi, 840 nigeriani, 832 albanesi), altre 20.504 erano irregolari (per la maggior parte sudanesi).

Dal primo gennaio al 28 agosto di quest’anno, siamo a quota 17.476 respingimenti: 6.561 con permesso di soggiorno italiano (tra cui 933 pakistani, 651 malesi, 613 albanesi), 10.915 irregolari. In totale, 48.387 migranti. “Vi sono comprese donne e bambini”, la chiosa di Salvini. “Sarebbe questa l’Europa ‘accogliente e solidale’ di cui parlano il ‘bravo’ Macron e i buonisti?”.

Poi lancia un attacco e una minaccia direttamente a Bruxelles. “Noi stiamo facendo un sacco di proposte all’Europa – dice il ministro dell’Interno – ma abbiamo ricevuto una sequela di no, da Macron e tutti gli altri. Finiti i bonus dei no, faremo da soli”.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteRubano di notte a casa di un commissario di polizia e lo massacrano di botte
Prossimo articoloOra legale addio? UE verso l'abolizione, Juncker: "la gente vuole farlo e lo faremo"