Macron riapre tutto, anche le scuole: “virus battuto, Francia zona verde”

La Francia riapre. E non ci saranno tasse per ripagare i debiti pubblici causati dal virus.

Lo ha annunciato il presidente Emmanuel Macron, parlando alla nazione nel quarto discorso da quando è cominciata l’emergenza coronavirus.

Non ci saranno tasse, ha assicurato, impegnandosi ad aprire una nuova fase con “più libertà e responsabilità”, dopo che hanno “dimostrato ingegnosita’”.

“Tutto il territorio, ad eccezione di Mayotte e della Guyana, diventa zona verde. Questo significa una ripresa forte del lavoro e la riapertura di ristoranti e bar. L’estate 2020 non sarà un’estate come le altre e bisognerà seguire l’evoluzione dell’epidemia per prepararci. La lotta non è ancora finita. Ma sono felice con voi di questa prima vittoria contro il virus”

Tutta la Francia continentale riapre, ma resta ancora sotto attenzione la situazione per Mayotte e la Guyana, dove il coronavirus circola attivamente.

I francesi potranno quindi ora ricominciare con la vita ordinaria e potranno ricominciare a spostarsi dentro e fuori dal paese. Ma per i viaggi fuori dall’Europa ancora limiti: dovranno attendere il 1 luglio.

Il presidente Macron ha inoltre annunciato “un investimento massiccio in istruzione, formazione e lavoro per i giovani”

Emmanuel Macron ha spiegato ai cittadini che la ripresa economica passerà dall’Europa: “L’accordo franco-tedesco sull’indebitamento comune e sul piano di investimento per risanare l’economia del continente è una svolta storica che abbiamo fatto insieme con la cancelliera Angela Merkel”.