Madre in lutto costretta ad abbattere la lapide della figlia

Madre in lutto costretta ad abbattere la lapide della figlia

Una madre in lutto ha ricevuto un ulteriore dispiacere quando i direttori del cimitero in cui la figlia è tumulata le hanno dato 21 giorni di tempo per abbattere la lapide della figlia. Kirra Rose Sim è morta nel 2012 quando aveva solamente 19 anni, la ragazza era uscita con la macchina a Vittoria (Australia) ma ad un incrocio una vettura non ha rispettato lo stop e l’ha travolta.

Da cinque anni la madre si reca ogni giorno al cimitero per controllare che tutto sia in ordine e quando trova che la lapide o la panchina che le hanno fatto costruire accanto sono sporche di grasso e di polvere le pulisce affinché sia tutto lucente. Qualche giorno fa la famiglia Sim ha ricevuto una lettera dal ‘Remembrance Park’ che gli intimava di abbattere la lapide di Kirra perché molti dei parenti in lutto che si recavano al cimitero per trovare i propri cari defunti si lamentavano di quanto fosse vistosa e lucente.

Il fratello di Kirra, Trent, ha allora condiviso il proprio dispiacere per questa presa di posizione ed ha scritto sul proprio profilo: “Hanno apparentemente ricevuto un sacco di lamentele, il loro problema è il colore della panchina, la composizione ed il numero degli oggetti commemorativi posizionati accanto alla sua placca, ma nessuno di questi sconfina nelle altre tombe”.



Potrebbero interessarti anche