Condividi

policiaMadrid, 23 gennaio 2014 –  Dramma della disperazione in Spagna: una donna di origini svizzere di 40 anni, colpita da un ordine di cattura internazionale dal dicembre scorso per essere fuggita col suo figlioletto di dieci mesi sottratto alla tutela medica, ha sgozzato ieri notte il bambino e ha tentato di suicidarsi nell’ospedale di Torrevieja, ad Alicante. Al momento dell’infanticidio, secondo fonti investigative citate da El Mundo, la donna era sotto custodia giudiziaria da parte degli agenti della Guardia Civile. Attualmente e’ ricoverata in gravi condizioni nello stesso ospedale. Nei confronti della donna le autorita’ elvetiche e la polizia spagnola avevano spiccato un ordine di cattura il 24 dicembre scorso, per aver sottratto il suo bebe’, gravemente ammalato, alla tutela medica nel suo paese d’origine ed essere fuggita in Spagna. L’inchiesta era partita dalla denuncia del padre del bambino. La polizia iberica aveva sollecitato negli ultimi giorni la collaborazione dei cittadini nelle ricerche della donna, mentre quella cantonale di Zurigo aveva fissato una ricompensa di 2.500 euro a chiunque fornisse informazioni per localizzare la madre con il bambino. Sulla base di questa informazione, una donna ha avvisato ieri la polizia spagnola sostenendo di averla vista a Torrevieja, dove successivamente la guardia civile l’ha localizzata. Portata ieri sera sotto custodia in ospedale con il bimbo e piantonata dagli agenti, la madre – secondo prime ricostruzioni – avrebbe chiesto di recarsi in bagno per lavare il bambino. Qui avrebbe estratto un coltello dalla borsa e sgozzato il piccolo, per poi ferirsi a sua volta con l’arma. Attualmente si trova ricoverata in gravi condizioni nello stesso ospedale. Sull’accaduto la magistratura ha imposto il segreto istruttorio.(ANSA).

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteFratellini uccisi, il padre finisce in carcere: “È incline alla violenza”
Prossimo articoloPicchiato perche’ non poteva pagare sosta, 2 arresti