Condividi

Un vero e proprio atto omicida, quello della maestra Wang che voleva vendicarsi di un’altra insegnante con lo scopo di far ricadere sulla collega la colpa dell’avvelenamento. Le indagini della polizia, però, alla fine sono riuscite a fare piena luce sulla vicenda e a incastrare Wang, che è finita in carcere per tentato omicidio.

Jiaozuo – Una maestra d’asilo della provincia di Henan, in Cina, è stata arrestata con l’accusa di aver avvelenato 23 bambini, ai quali avrebbe dato cibo mischiato con nitrito. Le vittime, tutti iscritti dell’asilo Mengmeng, si sono sentite male dopo aver mangiato una zuppa nella mensa della scuola, secondo un comunicato pubblicato sui social media dalle autorità del posto.

Un bambino è ancora ricoverato, mentre altri sette sono ancora in ospedale, hanno riferito le autorità. Altri quindici bambini sono già stati dimessi dopo essere stati curati. L’improvvisa malattia di massa ha innescato l’indagine della polizia, che ha fatto sapere che la maestra è accusata di aver messo nitrito nella zuppa. Si tratta di un agente cancerogeno utilizzato nei fertilizzanti, nella conservazione degli alimenti e persino nelle munizioni ed esplosivi.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteChiara, bambina di 7 anni malata terminale, sul web le arrivano messaggi orribili "sbrigati a morire"
Prossimo articoloTerremoto ad Amatrice, due nuove scosse nel giro di poche ore: torna l'allarme