Condividi

Nello schianto muoiono mamma e bimbo di 5 mesi: alla guida, il padre ubriaco e senza patente

‘Riccardo a bordo’, la scritta sul bavaglino recuperato sull’asfalto, vicino al passeggino e al bambolotto di pezza. E, poco distante, il corpicino di una creatura senza vita. Riccardo era nato da soli cinque mesi. L’auto impazzita guidata dal papà, proprio due ore prima della giornata che i papà li festeggia, è diventata la bara anche per la madre, Planiza Husovic, 25 anni compiuti a gennaio e nativa della Bosnia.

Una famiglia distrutta lungo uno stradone di Lugo di Romagna, via Dè Brozzi, dove della Fiat Multipla sulla quale viaggiava, sabato sera intorno alle 22, rimangono solo lamiere deformi. Secondo i rilievi di polizia municipale e carabinieri quell’auto viaggiava come un proiettile. All’arrivo dei soccorsi il padre, Cristinel Costantin Maruntelu, 24enne rumeno residente a Conselice, lo stesso che ora piange un figlio di pochi mesi morto per causa propria, avrebbe tentato di depistare gli accertamenti riferendo una ricostruzione incredibile: «Ero a piedi, mi hanno investito». Il primo report del 118, infatti, parlava di probabili pedoni investiti.

In realtà avrebbe fatto tutto da solo, spingendo al massimo l’acceleratore su quel rettilineo a quell’ora semi deserto. La scena che si è presentata agli occhi dei soccorritori rendeva l’idea di una velocità pazzesca e di una carambola fuori controllo dopo lo schianto col cordolo in cemento della rotondina. Un tappeto di vetri in frantumi, detriti ovunque, cartelli stradali abbattuti, la carcassa della Multipla distante decine di metri dal punto di impatto. Poi, soprattutto, quel corpicino sull’asfalto.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteIn Italia il popolo più sano al mondo: primi su 163 paesi
Prossimo articoloIsola dei Famosi 2017, grave malore per Samatha De Grenet