Condividi

Il capo dello Stato ha affidato alla presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati,un incarico esplorativo.

IL MANDATO: Mattarella ha affidato “il compito di verificare l’esistenza di una maggioranza parlamentare fra i partiti della coalizione del centrodestra e il M5S e di un’indicazione condivisa per il conferimento dell’incarico del presidente del Consiglio per costituire il governo. Il presidente della Repubblica ha chiesto alla presidente del Senato di riferire entro la giornata di venerdì”.

“Assumo – ha detto la Casellati – questo incarico con lo stesso spirito di servizio con cui ho assunto quello di presidente del senato. Sarete informati del calendario degli incontri che avverranno in tempi brevi”.

Dai vertici del M5S, a quanto si apprende, trapela soddisfazione per la scelta del presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

E’ l’occasione per esplicitare che il centrodestra non ha i numeri per governare, viene spiegato dal M5S che osserva come, in questa occasione, il leader della Lega Matteo Salvini dovrà assumersi la propria responsabilità e decidere se vuole governare o stare all’opposizione con Berlusconi.

“Per la Lega è positivo l’incarico alla presidente Casellati – si legge in una nota del Carroccio – perché il perimetro di un governo di centrodestra-5 stelle è esattamente quello deciso dal popolo italiano. La Lega è pronta a governare anche oggi, basta che gli altri smettano di litigare”.

“Ringraziamo – commenta il capogruppo M5s al Senato Danilo Toninelli – il presidente Mattarella per questa occasione che sarà utile per fare chiarezza. L’Italia ha urgente bisogno di un governo del cambiamento e noi metteremo al centro dell’agenda i temi che il 4 marzo hanno portato 11 milioni a votarci”.

“Lo scenario – dice a Radio Rai il senatore pentastellato Vito Crimi – è Di Maio Premier. Alla Casellati diremo le stesse cose che abbiamo detto a Mattarella. Il veto su Silvio Berlusconi resterà, perché rappresenta il non-cambiamento. Vogliamo dare una sferzata al modo di fare politica”.

“Voglio augurare buon lavoro alla presidente del Senato e ringraziare il presidente Mattarella per questa decisione. Questa per noi è un’occasione preziosa per fare chiarezza anche perché l’Italia non può più aspettare.

Alla presidente del Senato esporremo le nostre posizioni e le nostre proposte coerentemente con quanto abbiamo già affermato negli ultimi giorni”. Lo afferma, in un video su facebook, il capo politico del M5S Luigi Di Maio.

Ma cos’è il mandato esplorativo? Lo spiega LEGGO

Si tratta di una formula non prevista dalla Costituzione, e viene affidato dal capo dello Stato nel caso in cui le consultazioni non abbiano dato indicazioni significative.

Durante le procedure per la formazione del governo il Presidente della Repubblica può chiamare una personalità (solitamente una figura istituzionale, come i presidenti delle Camere) a verificare se esistano i presupposti ed eventualmente a dare un impulso per arrivare ad una possibile soluzione della crisi.

Solitamente si tratta di personalità super partes ma anche con una connotazione più politica rispetto a quella del Capo dello Stato,

in grado quindi di avere un approccio bipartisan alle questioni, ma anche di inserire nel confronto tra le forze politiche quegli elementi che possono permettere di superare la fase di stallo.

Articolo precedenteFai subito Domanda per lavorare nelle Scuole come Bidello o Assistente. Ecco il Modulo da inviare
Prossimo articoloAfricani padroni di Campo Marzo, lagunari accerchiati durante un blitz