Condividi

Il corteo. formato da circa 500 pescatori, era stato autorizzato a svolgersi dal teatro Margherita sino alla sede dell’Autorità portuale, sul lungomare ma, giunto all’altezza del luogo in cui avrebbe dovuto concludersi, ha sfondato il blocco e cercato di entrare in porto. L’ammiraglio Giuseppe Meli, comandante della Direzione marittima di Bari, ha ordinato la chiusura dei due varchi del porti, delle Dogane e della Vittoria. La strada che costeggia l’infrastruttura, dal lato del lungomare Vittorio Veneto, è momentaneamente bloccata. Una delegazione di pescatori, riporta Agi, ha chiesto di incontrare i vertici della Direzione marittima, a cui si contesta di effettuare controlli troppo stringenti sul rispetto delle norme comunitarie.

“A Bari è in corso una manifestazione di pescatori che ha visto momenti di violenza con tensioni e lancio di bombe carta contro la Polizia. A causa del lancio di uno di questi ordigni artigianali, due colleghi hanno riportato ferite ad un orecchio e al piede. A loro, la nostra solidarietà, basta con queste aggressioni“, commenta Stefano Paoloni, Segretario Generale del sindacato Autonomo di Polizia (Sap).

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteRoma, fermato dalla Polizia tenta di disarmare un agente
Prossimo articoloMultata e fatta scendere dal bus a 90 anni perché ha dimenticato il rinnovo dell'abbonamento

Nessun commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.