Le risate e l’esultanza dopo gli spari a Manuel: “Ci prendiamo tutta la piazza, è nostra”

Chi li ha protetti? – Già, perché ancora i due non hanno detto una parola su dove siano stati prima di costituirsi. Le indagini parlano della casa di un pregiudicato ad Acilia, non lontano dal luogo in cui lo scooter è stato dato alle fiamme domenica mattina. Ci sarebbe poi un’altra persona coinvolta, a cui i due avrebbero offerto denaro in cambio dell’ospitalità. La Procura sta cercando di scoprire chi li abbia aiutati e chi abbia loro fornito l’arma. Anche sulla pistola restano molte cose da chiarire. Marinelli ha detto di averla trovata per caso qualche mese fa, ma i pm non gli hanno creduto.

La pista mafiosa – Ai magistrati è sembrato subito strano che i due non avessero parlato dei loro veri obiettivi. E questo ha fatto pensare che dietro i due uomini, già stati in carcere per spaccio entrambi e per rapina Bazzano, ci sia l’ipotesi di un’aggravante mafiosa. Lorenzo Marinelli è il nipote del boss Stefano, morto a gennaio 2017 in carcere: i Marinelli sono legati con il potente clan di camorra degli Iovine e dei Guarnera, che controllano i traffici ad Acilia. Ostia e il suo litorale sono invece territorio del clan Fasciani e della famiglia Spada. Marinelli e Bazzano al quartiere Axa spacciavano ma da cani sciolti, perché l’alleanza con Iovine e Guarnera si era chiusa con la morte dello zio e con l’arresto del padre. si erano messi in proprio e, oltre allo spaccio, avevano messo a segno rapina ad Acilia, sotto la protezione dei “napoletani”. Ecco dunque la rissa del 2 febbraio contro gli uomini della camorra di Acilia. La corsa a recuperare la pistola per vendicarsi delle botte prese. E poi, dopo l’ “errore”, i due mettono a fuoco chi hanno osato sfidare. E così, consegnandosi alla giustizia, sembra che scelgano il male minore.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate

Potrebbero interessarti anche