Maresciallo dei Carabinieri si toglie la vita: “mi scuso con mia moglie e con l’Arma”

Il maresciallo era da alcuni anni al comando di Calitri. Sposato e senza figli, ha lasciato scritto un biglietto: “Mi scuso con mia moglie e con l’Arma dei Carabinieri”.

Tragedia nella caserma dei carabinieri di Calitri. Il comandante della Stazione è stato trovato privo di vita Martedì 7 Luglio.

Andrea Apicella, 52 anni, si sarebbe sparato un colpo alla testa con la sua pistola d’ordinanza.

Sotto choc la comunità dell’Alta Irpinia e i militari dell’intera provincia. Il comandante Apicella, da tutti considerato un carabiniere dalla straordinaria professionalità, non aveva mai fatto trasparire segnali.

Sono state avviate le indagini per chiarire ogni aspetto. Sul luogo del tragico gesto il comandante provinciale dei carabinieri, Massimo Cagnazzo, e il generale Maurizio Stefanizzi, comandante della Legione Carabinieri della Campania.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate

Potrebbero interessarti anche