Violenza sessuale: maresciallo della Finanza degradato e rimosso

I giudici hanno però risposto che l’uomo è stato condannato «per un reato odioso di per sé» con una «duplice violazione» dei doveri di correttezza e di lealtà assunti con il giuramento: ha violato una legge e ha danneggiato «una persona minorenne la cui difesa rientrava nei suoi compiti istituzionali di militare».

Doveri che era tenuto a osservare «sia in servizio che nella vita privata». La sanzione inflitta dal Comando, secondo il Tar, è giustificata anche se la vicenda «non ha avuto eco sui media». La «lesione all’onore» della Finanza, infatti, è avvenuta ugualmente.

La Stampa

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate

Potrebbero interessarti anche