Tragedia nell’Arma: morti nelle stesse ore il Maresciallo D’orfeo e il Maggiore Gelmini

Non ce l’ha fatta il maresciallo dei carabinieri Mario d’Orfeo, comandante della stazione di Villanova d’Asti. Morto nelle stesse ore anche Fabrizio Gelmini, Maggiore di 58 anni in servizio Brescia.

Portato via dal Coronavirus, Mario D’Orfeo è morto questa mattina all’ospedale di Asti, dove era stato ricoverato per complicanze legate al covid-19.

Il Carabiniere, comandante della Stazione di Villanova d’Asti , aveva 55 anni.

Si era arruolato nell’Arma dei Carabinieri nel lontano 1983. Impiegato alcuni anni a Palermo e poi alla Scuola Allievi Carabinieri di Fossano come istruttore, dal 2015 aveva assunto il comando a Villanova.

Si era arruolato nell’Arma dei Carabinieri nel lontano 1983. Impiegato alcuni anni a Palermo e poi alla Scuola Allievi Carabinieri di Fossano come istruttore, dal 2015 aveva assunto il comando a Villanova.

Si tratta dell’ennesimo appartenente all’Arma a perdere la vita in Italia per il virus. Un altro grave lutto, nelle stesse ore, riguarda l’Arma di Brescia, il Coronavirus infatti non ha risparmiato neanche il maggiore Fabrizio Gelmini, 58 enni.

Il cordoglio dell’Arma su twitter

la perdita di due carabinieri deceduti stanotte dopo aver lottato contro il virus. Si intrecciano le storie del luogotenente carica speciale Mario D’Orfeo, 55 anni, comandante della stazione di Villanova d’Asti, e del maresciallo maggiore Fabrizio Gelmini, 58 enne, addetto alla stazione di Pisogne (Brescia). Sino alla fine, protagonisti del servizio in una stazione di carabinieri, baluardo di speranza a tutela dei cittadini, a presidio della sicurezza. Grazie Mario, grazie Fabrizio. Ai vostri affetti più cari non mancherà il nostro amore“.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate

Potrebbero interessarti anche