Brasile. Studentessa abusata e uccisa, fermato un uomo. L’aveva avvicinata con una scusa

Nello Stato di San Paolo, in Brasile, una ragazza è stata barbaramente uccisa da un uomo che le ha fatto credere di volerla aiutare in una situazione di emergenza.

Si chiamava Mariana Bazza, aveva 19 anni ed è scomparsa il giorno prima dell’omicidio; l’ultima volta è stata vista nella palestra che frequentava e che si trova nella città di Bariri, a circa 60 chilometri dalla piantagione di canne da zucchero dove la polizia ha poi ritrovato il suo corpo, imbavagliato e con le mani legate.

La ragazza aveva bucato una gomma della sua automobile, come hanno poi rivelato le telecamere di sorveglianza nei pressi della palestra in questione: poco dopo un uomo, che poi si è scoperto essere un 37enne già noto alle forze dell’ordine, Alves Pereira, si è avvicinato alla giovane, probabilmente offrendole il suo aiuto.