Condividi

Giornata commovente per la famiglia di Mario Cerciello Rega, il carabiniere ucciso a Roma lo scorso luglio, e per la Moglie Rosa Maria Esilio.

Per lei decine di letterine a testimoninza dell’affetto per l’uomo amato.

E’ successo a Somma Vesuviana, dove i bimbi di alcune scuole elementari, alla fine di una cerimonia organizzata nella cittadina di Somma, dove il Vicebrigadiere era nato, si sono avvicinati a Rosa Maria consegnandole i loro pensieri.

I bambini hanno consegnato alcune bandierine tricolori alla donna, con scritte in ricordo del suo Mario, ed alcune letterine, oltre ad un omaggio floreale per Rosa Maria, per la mamma e la sorella del carabiniere.

L’evento è stato organizzato dalla fondazione Keren Kayemeth LeIsrael (Kkl) Italia Onlus, che ha donato un albero di melograno piantato accanto al monumento ai caduti.

Alla cerimonia, riporta IlMattino, hanno preso parte i familiari del vicebrigadiere, oltre alla moglie anche la mamma, il fratello e la sorella, il generale del corpo d’armata, Vittorio Tommasone, il vice presidente nazionale di Kkl, Daniel Hayon, il sindaco di Somma Vesuviana, Salvatore Di Sarno.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteCatania, prende brutti voti a scuola: alunno si lancia dal balcone e muore
Prossimo articoloAl policlinico Gemelli il primo farmaco per il tumore al pancreas da 'geni Jolie'

Nessun commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.