Condividi

Una giovane sta per morire: Il marò Massimiliano Latorre le salva la vita

Massimiliano Latorre non smette di far parlare di sè. Massimiliano Latorre è un eroe, ha slavato una vita.

Latorre, uno dei volti più noti della cronaca estera degli ultimi anni, uno dei fucilieri di Marina coinvolti nella vicenda della Enrica Lexie e ha salvato la vita di una giovane donna che stava soffocando.

Lo racconta il giornale

I FATTI

Massimiliano si trovava ospite alle celebrazioni per Santa Barbara, patrona dei marinai.
Era ospite lo scorso 9 dicembre a Imola dove si è tenuto il raduno del gruppo dell’Emilia Romagna dell’associazione Leone di San Marco

Il militare stava facendo rientro stava rientrando a casa di un amico, tra gli organizzatori dell’evento quando è stato attirato da una donna a terra distesa, contornata da un capannello di gente attorno in preda al panico e che non avevano la minima idea di cosa fare.

Senza farsi prendere dal panico il marò è scattato immediatamente verso la giovane, rendendosi contro della gravità della situazione: la ragazza era in presa ad una crisi epilettica e stava correndo il serio rischio di soffocare.

In pochi secondi le ha aperto la bocca tirando fuori la lingua, salvandole, di fatto, la vita.

Poco dopo è arrivata un’ambulanza che ha portato la giovane al pronto soccorso più vicino, dove è stata visitata e curata.

Alcuni giorni dopo Massimiliano è stato ringraziato dalla diretta interessata per il bel gesto.

latorre-girone

Non è la prima volta che il militare del San Marco si prodiga per gli altri.

Quando era detenuto in India si gettò addosso a un giornalista del “The New Sunday express” impedendogli, di fatto, di finire investito da un mezzo in movimento.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedentePrevisioni meteo: arriva la perturbazione atlantica. Freddo, pioggia e neve fino a Capodanno
Prossimo articoloLa proposta di Berlusconi: “Reddito di dignità per chi sta sotto i mille euro".