Condividi

È stato infatti assolto anche in secondo grado Antonio Cangialosi, l’uomo accusato di omicidio preterintenzionale dopo la morte della bimba di 22 mesi, avvenuta il 2 luglio 2005, in una villetta in provincia di Vercelli. Un decesso, scrissero i medici, avvenuto in seguito a un trauma alla schiena che le procurò gravi lesioni agli organi interni e una violenta emorragia.

Cangialosi, compagno della madre della bimba (anche lei finita alla sbarra e poi assolta nel 2012) era stato processato con rito abbreviato, al termine quale i giudici non pronunciarono sentenza di condanna. Stesso copione davanti alla Corte d’Assise d’appello di Torino.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteFilmano i poliziotti durante un fermo "perchè non riprendete i morsi? Invece di difenderli sempre!"
Prossimo articoloSparò e uccise un ladro. I giudici: "ha mirato il bersaglio". Per lui il carcere

Nessun commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.