Condividi

Per il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, non occorre rivedere le regole sulla commercializzazione degli spray al peperoncino, al centro di episodi di cronaca come quello di Corinaldo. Lo ha detto il vicepremier e ministro dell’Interno, Matteo Salvini, a margine di un incontro a porte chiuse con i vertici delle associazioni territoriali lombarde di Confindustria.

“Se esco e compro delle forbici per sistemare la camicia e vengono usate in maniera errata non posso bloccare il mercato delle forbici. Lo spray al peperoncino ha salvato tante donne da violenze e stupri: va usato in maniera intelligente. Chi ne abusa per quello che mi riguarda non va richiamato, ma va arrestato anche se minorenne” ha detto il vicepremier. “Se una signora prende a colpi di mattarello in testa uno che esce non posso toglierli dal mercato. Posso solo stangare dei delinquenti e deficienti che usano strumenti di difesa per altri motivi” ha ribadito.

Poi, sull’uso sconsiderato, pericoloso e criminale di questo ultimo periodo: “Chi ne abusa per quello che mi riguarda non va richiamato, ma va arrestato anche se minorenne”

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteSpray urticante a scuola: 30 studenti in ospedale. Insegnante: "era il caos"
Prossimo articolo"Cara mamma, mi dispiace che sei morta": sulla tomba di Eleonora la lettera dei figli