Condividi

SOS1306175Maurizio Poggiali (Roma, 19 febbraio 1965 – Cori, 8 agosto 1997) è stato un ufficiale italiano, navigatore dell’Aeronautica Militare.

Arruolatosi come allievo ufficiale dell’Aeronautica Militare, dal 1986 al 1990 frequenta il corso Falco IV dell’Accademia Aeronautica conseguendo il brevetto di navigatore d’aeroplano. Negli Stati Uniti consegue il brevetto di pilota privato. Tornato in Italia completa l’addestramento di navigatore presso il 61º Stormo con base a Lecce.
Dall’agosto 1991 al novembre 1991 frequenta, presso la Scuola Trinazionale Tri-National Tornado Training Establishment, presso la base inglese RAF Cottesmore, il corso di conversione operativa sul velivolo Tornado IDS. Nel novembre è assegnato al 154º Gruppo del 6º Stormo di Ghedi (Brescia) dove consegue il brevetto di navigatore militare. Partecipa alla Operazione Sharp Guard della NATO nel corso del 1993 per il mantenimento dell’embargo nei confronti della Jugoslavia.
Nel settembre 1994 è selezionato e trasferito al 311º Gruppo del Reparto Sperimentale Volo presso l’aeroporto di Pratica di Mare (Roma).
Membro del NATO Advisory Group for Aeronautical Research and Development (AGARD) – Mission System Panel, dopo un corso teorico seguito a Coningsby, il 9 aprile 1997, partendo dall’Aeroporto di Gioia del Colle, fa parte del primo equipaggio italiano ad effettuare rifornimento in volo con il Tornado ADV, partecipando in seguito alle attività di qualificazione al rifornimento in volo per il Tornado F3, durante le quali vennero messe a punto le procedure utilizzate dai piloti dei reparti operativi.
Nel giugno successivo partecipa insieme all’astronauta Maurizio Cheli, al Salone internazionale dell’aeronautica e dello spazio di Parigi-Le Bourget, e viene intervistato dalla RAI dal giornalista Paolo Frajese per il TG1 e Tv7 per illustrare l’avionica del velivolo Aermacchi MB-339 CD.
L’8 agosto 1997, il capitano Maurizio Poggiali muore in un incidente di volo occorso ad un SIAI-Marchetti S.208, caduto sul Monte Lupone, nei pressi di Cori in provincia di Latina. L’aereo viene ritrovato, per caso, soltanto il giorno dopo, da una famiglia in gita sul sentiero di Monte Lupone, con il pilota Matteo Pozzoli (condannato per omicidio colposo e disastro aereo, sentenza di Cassazione n°1215 del 28 settembre 2006) e il M/llo Motorista Ermenegildo Franzoni ancora vivi.

Deceduto per cause di servizio, gli vengono attribuiti funerali di stato e viene promosso al grado di maggiore, ricevendo espressioni di cordoglio dalle più alte autorità militari e civili.
Nel 1999 viene fondata dai familiari, con il sostegno di varie personalità, l’Associazione Maurizio Poggiali per onorarne la memoria attraverso iniziative culturali ed artistiche.
Lo stesso anno gli viene conferita la Medaglia militare aeronautica per lunga navigazione aerea alla memoria.
La casa editrice Diagonale pubblica il libro di poesie di Maurizio Poggiali Lune d’inverno. Nel 2000, curato dal fratello Fabio, per Diagonale, esce il libro: Top-Gun – Con valore verso le stelle, che ripercorre le tappe più significative del suo curriculum professionale e della sua vita.
Nel 2002, il Provveditorato agli studi di Roma delibera di intitolare una scuola statale all’ufficiale in via Aristide Leonori, 74. Nel mese di ottobre successivo il comune di Roma gli dedica, in zona Cecchignola, un largo Maurizio Poggiali.
Nel 2004 il comune di Cori attribuisce la cittadinanza onoraria alla memoria di Maurizio Poggiali.
Nel 2006 l’associazione Maurizio Poggiali, i dipartimenti di ingegneria aerospaziale dell’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”, e dell’Università degli Studi di Napoli Federico II, con il sostegno del Comune di Roma e della Provincia di Roma, hanno istituito un premio di laurea “Maurizio Poggiali” in ingegneria aerospaziale.
Nel 2007 il Ministero delle Comunicazioni e Poste italiane hanno dedicato un francobollo al maggiore Maurizio Poggiali, emesso il 6 luglio a Roma e Cori.
Nel 2009 gli è stato intitolato l’asteroide 39864 Poggiali.
A lui è intitolata la scuola elementare “Maurizio Poggiali” di Roma. (wikipedia)

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteCc recuperano lupacchiotto ferito nel Riminese
Prossimo articoloAlice in Italia, oggi l'ultimo saluto