Coronavirus, medico e infermiera di pronto soccorso ricoverati in rianimazione

Secondo un medico che lavora nel reparto dei contagiati dal virus, la situazione allʼinterno dellʼospedale cremasco “è molto complicata”

Un medico anestesista e una infermiera del pronto soccorso dell’ospedale di Crema (Cremona), sono risultati positivi al Covid-19 e ricoverati in rianimazione. La donna, a quanto si apprende da fonti della struttura, è stata trasportata all’ospedale di Brescia. Come racconta un medico che in questi giorni lavora anche nel piano dove sono ricoverati i contagiati da coronavirus, la situazione all’interno dell’ospedale di Crema «è molto complicata».

Fontana: 40 milioni per macchinari e 10 milioni per medici

Intanto il governatore della Regione Lombardia, Attilio Fontana, ha fatto sapere che la sua giunta ha “stanziato 40 milioni di euro per acquistare macchinari che consentano di migliorare le nostre rianimazioni e 10 milioni per assumere nuovi medici e infermieri. Non stiamo fermi, ma ci diamo da fare con grande determinazione”.

Super ticket e norme igieniche

“Da domenica inoltre – ha ricordato Fontana – è entrata in vigore la norma che abolisce il super ticket”. Da ultimo, infine, un invito a rispettare le norme di igiene che sono state consigliare e suggerite dall’Oms. “Usate qualche attenzione quando siete in compagnia – ha concluso il governatore – e non create assembramenti. Con qualche accorgimento riusciremo a sconfiggere la diffusione del virus e a riprendere la nostra vita senza limitazioni”.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate

Potrebbero interessarti anche