Condividi

Vi siete accorti di come nell’ultimo periodo le condizioni meteo cambiano in maniera improvvisa, fin troppo facilmente? La primavera e l’estate sono scivolate via all’insegna di una grande dinamicità, senza fasi di stabilità troppo durature. Un meteo a dir poco schizofrenico, che ha sballottato il nostro Paese da periodi anticiclonici brevi e intensi a giornate temporalesche. Di questo ha risentito anche il clima: prima caldo, poi fresco, poi ancora rovente e infine di nuovo frizzante. Con queste premesse, chissà cosa potremo attenderci per il prossimo autunno. Ne parla Andrea Garbinato su Il Meteo

Tuttavia, senza bisogno di andare troppo oltre, anche il presente è sinonimo di vorticosi cambiamenti. Un ciclone di origine nord-europea sta interessando le nostre regioni settentrionali fin dalle prime ore di Venerdì 31 Agosto, ultimo giorno dell’estate meteorologica ed è destinato a guastare gran parte di questo primo weekend autunnale, caratterizzandolo decisamente in questo senso e non solamente per una questione di calendario. Sabato 1 e Domenica 2, infatti, rovesci e temporali, talvolta associati a grandine, attaccheranno in maniera decisa il Nord, poi via via anche parte del Centro e infine, alcune regioni meridionali, come Campania e Puglia.

Non mancheranno i fenomeni estremi: occhio, per esempio, al rischio di nubifragi, sui monti del Nord, ma anche in pianura. La bassa pressione porterà in dote una discreta diminuzione delle temperature, specie nelle zone dove insisteranno maggiormente le precipitazioni, ma attenzione, il calo sarà generalizzato, proprio a causa dell’ingresso di aria più fresca. Le ultime regioni ad assaggiare un clima decisamente autunnale saranno quelle meridionali, entro la giornata di Lunedì 3 settembre.

Ed ecco che la domanda vien da sé: l’estate, quanto meno a livello climatologico, finirà davvero con questa burrasca di stampo prettamente autunnale? Dopo aver parlato così tanto di dinamicità, la risposta pare scontata: no.

Non stiamo facendo un discorso statistico, ma proprio concreto, modellistico. Sì, perché la prossima settimana il caldo tornerà. A partire da Martedì 4, un promontorio anticiclonico nord-africano, tenterà nuovamente l’espansione verso il nostro Paese e verosimilmente ci riuscirà, garantendo una nuova impennata termica.

L'Estate non abdica del tutto: dal 4 settembre nuova fiammata africana

Attenzione, non stiamo parlando di un evento eccezionale, ma sicuramente di una conferma del fatto che settembre ha sempre le carte in regola per risultare un mese estivo a tutti gli effetti.

Nella fattispecie, il caldo tardivo si farà sentire soprattutto al Sud e sulle Isole maggiori, dove nelle aree interne non sarà utopia raggiungere i 36°C. La fiammata sub-tropicale avrà minore incidenza al Centro peninsulare e soprattutto al Nord, dove comunque si potrà godere di qualche giorno di tepore, sicuramente gradevole.

Sì, qualche giorno: stando agli ultimi aggiornamenti, infatti, la notizia nella notizia è che il caldo tornerà, ma solo per poco; nuove perturbazioni atlantiche sono infatti in agguato, pronte a caratterizzare, quasi a conferma delle previsioni stagionali, il mese di settembre.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteCatania, lancia l'auto contro i tavolini di un locale e poi fugge: una donna morta e sette feriti. Caccia all'uomo
Prossimo articoloStefano muore in sala operatoria per una appendicite: aveva appena 37 anni