Migranti, Lamorgese: “Militari per controllare i centri”

Nuovi sbarchi e fughe di massa. Musumeci: “La Sicilia non è una colonia”. Il centro di prima accoglienza ospita 650 persone con una capienza massima di 95. Il Viminale promette trasferimenti e nave-quarantena

Per rafforzare l’attività di controllo sui centri per migranti, a breve, verranno inviati i militari dell’operazione “Strade sicure”.

Lo ha annunciato il ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese, dopo un colloquio telefonico con il presidente della Regione Sicilia, Nello Musumeci. Il governatore le ha manifestato “tutte le sue preoccupazioni per la situazione dovuta alla pressione migratoria che grava sull’isola”.

LEGGI ANCHE: A Lampedusa con il barboncino, parla la proprietaria, “sono già stata 15 anni in Italia, poi sono tornata nel mio Paese”

La quarantena

“Entro pochi giorni sarà garantito l’invio nelle acque della Sicilia di una capiente nave-passeggeri da riservare ai migranti”.

Il governatore Nello Musumeci spiega: “Ho denunciato, ancora una volta, la insostenibile situazione nell’Isola e la preoccupazione dei sindaci e delle comunità locali la cui esasperazione rischia di creare, specie in alcune zone, tensione e allarme sociale. Ho ricevuto precise garanzie sulla presenza di navi-quarantena lungo le coste siciliane e in prossimità dell’isola di Lampedusa, oltre la presenza di contingenti militari da affiancare alle poche e stremate unità delle forze dell’ordine per evitare il ripetersi di fughe dai Centri di accoglienza. Ormai appare chiaro come in Sicilia la questione migranti sia diventata anche una questione di ordine pubblico e di salute che non può più essere sottovalutata”.

“Avrete già letto dei 100 migranti scappati a Caltanissetta. Si aggiungono ai tunisini scappati a Pantelleria e a quelli evasi dall’hotspot di Pozzallo, i quali, a loro volta, si sommano a tutti gli altri. Nessuno dica che è responsabilità delle forze dell’ordine: fanno tutto quello che possono e siamo loro grati. È semplicemente sbagliato che si faccia finta di nulla da parte del governo di Roma e che si dica che ‘tutto va bene”

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate

Potrebbero interessarti anche