Migranti, nei porti italiani oggi nuovi sbarchi dopo i 5mila di venerdì

Una situazione che rischia di diventare di difficile gestione se si pensa che solo oggi hanno messo piede in Italia 5mila persone. A Salerno se ne contano 935 dalla nave Vos Prudence di Medici senza Frontiere. Altri 860 sono scesi dalla nave attraccata a Brindisi. È giunta invece nel porto di Catania la nave `Diciotti´ della Guardia Costiera con a bordo 1.428 migranti. Al porto di Vibo Valentia il rimorchiatore Vos Hestia, di Save the Children, ne aveva a bordo 577. Infine a Crotone ha attraccato la motonave «Olympic Commander», battente bandiera norvegese, con 1.200 persone.

Ieri anche un nuovo affondo dalla Chiesa. A parlare è il cardinale di Agrigento, monsignor Francesco Montenegro, che accolse a Lampedusa il Papa: «Ognuno fa il suo proclama, ognuno pensa che il suo proclama.

Il leader della Lega Matteo Salvini insiste: «Dire aiutiamoli a casa loro non è né di destra né di sinistra, è semplicemente di buonsenso», e «mi fa piacere che anche all’interno del Vaticano si levino voci diverse». E aggiunge: «Iniziamo a parlare in Africa di educazione sessuale, di contraccettivi, per evitare il prolificare del nascere di milioni di bimbi che non hanno futuro. Mi piacerebbe che il Vaticano si lanciasse in questa sfida». A stretto giro lo corregge Edoardo Patriarca del Pd: «La Chiesa da anni aiuta immigrati e gente in difficoltà nel mondo».

Infine ieri si è registrata anche la storia di un bambino: nato su un barcone della speranza, salvato, è arrivato in Italia. Lo hanno chiamato Cristo.

La Stampa