Condividi

“Apprendo con stupore e disgusto, che dopo le buche di Roma, la Difesa sarebbe pronta a sostenere la richiesta di Roma Capitale per coinvolgere i nostri militari nell’emergenza rifiuti”. Lo denuncia il deputato FDI Salvatore Deidda in aula e subito ripreso in un articolo di Carlo Marini per il Secolo d’Italia. “I nostri uomini in divisa – prosegue il capogruppo FDI in commissione Difesa – professionisti seri e preparati, servitori della Patria in Italia e all’estero, devono essere valorizzati e addestrati e non utilizzati per sopperire alle incapacità delle amministrazioni locali. Dopo aver pensato a loro per le buche del manto stradale di Roma, ora il sindaco Raggi e i vertici della Difesa, tra l’incredulità dei nostri stessi militari, li coinvolgono anche per l’emergenza rifiuti. Fratelli d’Italia dice basta a questo scempio”

Il ministro della Difesa – conclude Deidda – smentisca categoricamente questa ipotesi, tuteli i suoi uomini e le sue donne in divisa e prenda immediatamente le distanze da questa sciagurata ipotesi. Il sindaco di Roma Virginia Raggi ha chiesto nelle scorse ore la presenza dell’esercito a presidio dei “siti che trattano e smaltiscono i rifiuti di Roma”. Secondo quanto riportato da SkyTg24, fonti della Difesa avrebbero fatto sapere: “Se c’è necessità, la Difesa è pronta a sostenere la richiesta di Roma Capitale, così come di altri Comuni o Regioni laddove ne emergesse, appunto, la necessità. I militari italiani sono dei professionisti a 360 gradi, rappresentano il nostro orgoglio nel mondo e sono i primi a voler tutelare e salvaguardare il proprio Paese”. Ma l’eventualità dei militari spazzini è la prova che la giunta pentastellata è incapace di gestire anche l’ordinaria amministrazione. E tale richiesta comporterebbe, a rigor di logica, il conseguemente commissariamento del Comune di Roma, da parte del governo.

Nei giorni scorsi il sottosegretario alla Difesa, Raffaele Volpi, sulla proposta del M5s di assegnare all’Esercito il compito della riparazione delle strade di Roma, aveva fornito un analogo commento. “Se devo mandare i militari a coprire le buche commissario il Comune, perché vuol dire che c’è un’inefficienza politica e amministrativa. La buca nella strada non è un’emergenza”.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteSparò ferendo un bandito, carabiniere assolto in appello: "Non commise reato"
Prossimo articoloCarabiniere invece di distruggere la droga sequestrata, la vendeva ai pusher. “Danni d’immagine per 330mila euro”

Nessun commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.