Condividi

POLI 4

La Polizia di Stato di Caserta ha tratto in arresto questo pomeriggio Caliendo Antonio, trentenne di Casal di Principe, condannato con sentenza passata in giudicato per le gravissime lesioni commesse nei confronti di Rosaria Aprea il 12 maggio del 2013.

Gli uomini della Squadra Mobile della Questura di Caserta hanno eseguito nei confronti del giovane, fino ad oggi sottoposto agli arresti domiciliari, l’ordine di esecuzione per la carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Santa Maria Capua Vetere per l’espiazione di sette anni, cinque mesi e ventinove giorni di reclusione.

L’uomo, responsabile di aver ridotto in fin di vita la giovane in preda ad una folle gelosia, è stato condotto, al termine degli atti di rito, presso il carcere di Santa Maria Capua Vetere.

Roma, 10 marzo 2016

fonte Polizia di Stato

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteGazzelle in azione. Tre arresti in quattro minuti
Prossimo articolo15enne cingalese fugge da Venezia per incontrare neretino conosciuto in chat