Condividi

L’INDAGINE

I militari si sono portati a casa della donna, una 88enne che vive sola in un appartamento alle spalle della stazione “Piccola”, e hanno subito compreso che la donna si trovava in difficoltà non tanto per il presunto reato, quanto per la sua condizione di solitudine, aggravata dall’età e dai suoi acciacchi. E’ iniziato un dialogo amichevole, durante il quale i carabinieri hanno cercato di rincuorare l’anziana e di ricostruire insieme a lei i fatti accaduti nella giornata.

“L’indagine” è durata il tempo di una chiacchierata e di un caffè e dopo circa 30 minuti si è scoperto che la borsetta era conservata nell’armadio della camera da letto della signora, con all’interno tutti gli effetti personali e i valori.

Una svista, o forse una paura nata insieme al senso di angoscia che aveva attanagliato l’88enne sola nei giorni afosi di metà agosto. Poco importa, perchè anche di fronte a ladri immaginari l’Arma c’era.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteCiampino, auto impazzita forza il posto di blocco e travolge due carabinieri
Prossimo articoloIl piano di Bill Gates per contrastare il riscaldamento globale