Cuoco trovato senza vita, arrestato un Carabiniere di 39 anni

C’è un presunto colpevole per l’omicidio di Peppe Lucifora, 57 anni, cuoco a Modica e trovato senza vita, morto in circostanze misteriose.

La vicenda risale a Novembre 2019, quando il cuoco venne ritrovato in casa propria, chiuso a chiave in una stanza, senza vita.

I Carabinieri che hanno seguito il caso hanno arrestato un loro collega 39enne,  residente nel ragusano. Il 39enne era tra i sospettati ed era stato anche sentito sul caso.

Le tracce di Dna raccolte dai Ris dei Carabinieri chiamati ad indagare, con la ricostruzione degli ultimi giorni di vita del cuoco, avrebbero fornito elementi utili per ricondurre la presenza del carabiniere in quella abitazione.

L’autopsia aveva stabilito che il cuoco era stato colpito con violenza tanto da fargli perdere i sensi e lo aveva soffocato strangolandolo con la mano destra.  Il cuoco,  stando agli accertamenti, non si sarebbe difeso. Venne trovato parzialmente svestito.

Dopo una prima fase di indagini complesse, si arrivò all’iscrizione nel registro degli indagati del Carabiniere che il 13 febbraio venne sentito per quasi sette ore al comando provinciale dei carabinieri di Ragusa. Respinse ogni accusa dichiarandosi estraneo ai fatti. Durante le indagini furono sequestrati al 39enne tutti i dispositivi elettronici.