Condividi

Assolto in primo grado, ora è stato condannato in Appello. Sarà quindi la Cassazione a decidere il destino del maresciallo F.I., 54 anni, accusato di molestie ai danni di una collega. Secondo il giudice Pier Valerio Reinotti che ha presieduto la Corte d’appello composta da Fabrizio Rigo e Vittore Ferraro, l’imputato merita una condanna a due anni, più di quanto chiesto dal pg Carlo Zampi, che si era espresso per una condanna ad un anno e quattro mesi.
«Non è vero quanto mi viene attribuito» è ciò che ha sempre sostenuto il militare.  Ma la Corte ha accontentato il pm Massimo De Bortoli, che aveva chiesto due anni.

La vicenda risale al 2009. La donna, anche’essa carabiniere, era in servizio da pochi mesi a Trieste e ha dichiarato di essere stata molestata sia nella caserma sia durante i pattugliamenti esterni.
In due occasioni la militare ha denunciato il collega, indicando anche numerosi messaggini sms dal contenuto hard con tanto di foto eloquenti che il maresciallo le aveva inviato.
Ci sarebbero state anche avances culminate in patteggiamenti. In diverse occasioni, sempre secondo l’accusa, la donna era stata molestata mentre era seduta alla scrivania: il maresciallo si era appoggiato e strofinato contro di lei mimando un rapporto sessuale.
Un giorno, invece, il maresciallo le avrebbe chiesto di avere un rapporto completo e, di fronte al rifiuto, le aveva replicato che si sarebbe accontentato di un rapporto orale. Al secondo no ha messo le mani addosso alla collega. «Ti prego, fammi sognare…». Richiesta respinta con sdegno.
Durante il processo questa è stata la testimonianza della vittima: «Il maresciallo era al volante della sua Ford grigia. Ci siamo diretti verso strada Nuova per Opicina e poi siamo arrivati alle Beatitudini. Erano le 17 ed era già buio. Mi ha chiesto di avere un rapporto sessuale. Me lo ha domandato a voce, poi ha provato a mettermi le mani addosso».

Riccardo Ghezzi
Roma, 18/1/2017

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteFACEBOOK SCATENA L’OFFENSIVA PRO GENDER E LGBT. SCATTI LA LEGITTIMA DIFESA DELLA LIBERTÀ DI OPINIONE SUI SOCIAL
Prossimo articoloCostringeva bambino di 5 anni a fare sesso orale: arrestato pedofilo