Condividi

Molti proprietari di conti Bancoposta e di carte prepagate Postepay (in cui figurano le molteplici versioni della carta; inclusa Postapay Evolution

quella dotata di codice IBAN) potrebbero incappare in una serie di furti ai loro danni sui loro conti correnti, non accorgendosi inizialmente di essere caduti in una vera e propria trappola (dovuta soprattutto alla presenza dei loghi praticamente identici agli originali).

Infatti, moltissime persone non sanno minimamente come smascherare da sé questi truffatori.

Solitamente questi ultimi indirizzano a pagine che contengono moltissimi errori di grammatica o di ortografia, errori che le poste italiane non commettono mai.

 

 

Ci pensa Agente Lisa a segnalare i casi più problematici, come in questo caso

#truffeonline ciclicamente ritornano le email con il solito phishing per svuotarvi il conto. Ricordate sempre che poste o banche non utilizzano questo tipo di comunicazioni

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteAnche in Italia i dentisti pubblici low cost: "15 euro per una carie, 20 per ricostruire un dente"
Prossimo articoloPescara, 80 intossicati in ospedale: sindaco ferma mense scolastiche