Condividi

Uno stupratore sarebbe stato rapito e torturato da una gang messicana a Città del messico. Infine, sarebbe stato lasciato alla furia di un pitbull, che ne avrebbe massacrato le parti intime. E’ quanto riporta il giornale The Post Internazionale.

“Vittima”, un trentenne accusato di violenze sessuali che, secondo quanto raccontato, sarebbe stato incastrato da alcune testimonianze, non si sa quanto attendibili. In rete sarebbe stato diffuso il video delle torture. Come noto, la criminalità messicana usa a scopi intimidatori la diffusione di video e filmati di esecuzioni.


Nel video si vedrebbe l’uomo spogliato e legato, circondato dagli uomini della banda, poi, nelle scene successive un molossoide dall’indole aggressiva intento a mordere e martoriare dell’uomo diverse parti del corpo.

“Fermati, lasciami ora, lasciami”, alcune delle parole gridate dall’uomo.

“I metodi di tortura delle organizzazioni messicane hanno aumentato decisamente il loro livello di crudeltà”, commentano i media locali.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedentePalermo, netturbino 38enne colpito da un fulmine mentre lavorava: muore folgorato
Prossimo articoloBullizzata per l’aspetto fisico, si suicida a 16 anni. La mamma: “La chiamavano ‘grassa’ e ‘brutta’”

Nessun commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.