Condividi

Il 12 ottobre 2018 in Cassazione si terrà l’udienza per discutere il ricorso di Massimo Bossetti, condannato all’ergastolo anche in appello per l’omicidio della tredicenne Yara Gambirasio.

I difensori del muratore di Mapello hanno depositato un articolato ricorso di quasi 600 pagine per contestare gli elementi in base ai quali i giudici bergamaschi e bresciani avevano inflitto il carcere a vita a Bossetti, ritenuto responsabile dell’omicidio dell’adolescente di Brembate di Sopra, scomparsa il 26 novembre del 2010 e trovata senza vita esattamente tre mesi dopo in un campo di Chignolo d’Isola, ad alcuni chilometri da casa sua.

Bossetti si è sempre proclamato innocente: i suoi legali Claudio Salvagni e Paolo Camporini contestano soprattutto la validità della cosiddetta ‘prova regina’: il Dna di Bossetti trovato sul corpo della ragazza.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteIngresso gratis nei musei per Pasqua e Pasquetta, ecco dove
Prossimo articoloBimbo di 8 anni cade da oltre 5 metri, si salva grazie ad un tendone