Siria, tutti e due i prigionieri russi “bruciati vivi” dall’Isis

Il blitz degli islamisti  

Mosca ha negato che suoi militari siano stati catturati. I due potrebbero essere ex militari assoldati come contractors, o consiglieri militari, dall’esercito regolare di Bashar al-Assad. Sempre la scorsa settimana tre alti ufficiali russi, un generale e due colonnelli erano stati uccisi nei combattimenti vicino a Deir ez-Zour e l’Isis aveva rivendicato la cattura di altri due.