Condividi

Non appena ha visto la volante in via Roma, ferma davanti al Lidl, ha pensato bene di stendere il braccio destro in direzione degli agenti, chiudere il pugno e alzare solo il dito medio.

Palermo – Ha visto i poliziotti e ha mostrato loro il dito medio. Poi li ha offesi con numerosi epiteti e quindi urlato loro “Faccio il cazzo che voglio”. Tutto davanti a decine di testimoni.

La scena è andata avanti con insulti, spintoni e graffi non appena gli agenti, che stavano percorrendo via Roma, hanno tentato di avvicinarsi al soggetto.

 

Protagonista un romeno 32enne, arrestato per oltraggio, rifiuto di fornire le generalità, lesioni, resistenza e violenza a pubblico ufficiale.

Il giorno dopo, l’uomo, nato in Romania e con qualche precedente, è stato portato in tribunale per essere giudicato con il rito direttissimo.

Al termine dell’udienza l’autorità giudiziaria ha convalidato l’arresto e disposto per lui la misura cautelare dell’obbligo di firma, costringendolo a tornare in commissariato almeno una volta a settimana.

 

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteÈ partito l'evasometro, lo strumento per scovare chi non paga le tasse
Prossimo articoloBaschi verdi Guardia di Finanza, per la prima volta le donne nei reparti speciali

Nessun commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.