Condividi

Una storia un po’ diversa dal solito ci viene raccontata in queste ore da Leggo e La Nazione, dove, davanti a migliaia di aziende che chiudono lasciando a casa padri e madri di famiglia, una apre. E lo fa in modo particolare: impieghi a tempo indeterminato destinato a ultracinquantenni rimasti a disoccupati, reduci da fallimenti o precari storico. Una lama di luce nel buio del risparmio ad ogni costo, dello sfruttamento, del nero, della povertà.

Tutti gli elementi per una favola insomma, ci arrivano dall’azienda fiorentina MrKelp, dei soci Alessandro Marzocca, Serena Profeti e Simone Orselli i quali avranno pensato che era arrivata l’ora di mettere insieme uomini e donne a cui mancava solo un’opportunità per tornare a vivere. Un’esperienza che ha il sapore del sociale ma che parla di fiducia, opportunità, rinascita. Finora sono una ventina le persone assunte

La MrKelp, azienda ben avviata nel settore dei multiservizi, assume infatti solo cinquantenni reduci da precariato, fallimenti o disoccupazione. Marzocca spiega: “Abbiamo optato per assunzioni che privilegiassero l’inserimento di donne e uomini che avessero perso il proprio lavoro per colpa della crisi – le sue parole a La Nazione – Vogliamo dare opportunità a persone sui cinquanta che si trovano in difficoltà, aiutandole a reinserirsi nel mondo del lavoro”

“Avevo un’azienda che è stata spazzata via dalla crisi, ho pensato che per me non ci sarebbe stato più spazio”, dice Massimo, 56 anni, uno dei neoassunti. “Sono riuscito a riavere una busta paga, i contributi, uno stipendio: erano cinque anni che non l’avevo più”, aggiunge Ercole, 57 anni.

Una storia certamente a lieto fine, nella speranza che l’economia italiana si risollevi finalmente per dare un’opportunità a tutte le generazioni che stanno scontando ormai da quasi dieci anni il salatissimo conto della crisi.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteScappano alla vista dei Carabinieri, poi lo schianto: morti due giovanissimi
Prossimo articoloConcorsi truccati in Forze dell'Ordine e Forze Armate: lo scandalo si allarga