Condividi

Non raccoglie le deiezioni del suo cane e si becca una multa salatissima. E’ accaduto a Domodossola ed è stato raccontato da vcoazzurratv.it Il proprietario del loppide, secondo quanto riportato, si è visto sanzionare per ben 400 euro “in osservanza alle norme contenute nel regolamento del Decoro urbano della città”.

Non è certo il primo intervento da parte dagli agenti domesi. Nei giorni scorsi la Polizia locale ha dovuto sequestrare un cane “ ad aggressività non controllata “.

Qualche mese fa un fatto analogo a Bari, dove la multa comminata fu di 300 euro e “pubblicizzata” su Facebook dal primo cittadino barese Antonio Decaro. In quel caso, ad essere multata fu una donna che, ripresa di nascosto dagli agenti, ebbe anche da dire “questa mattina ve la prendete con me?”

“Ecco cosa ha dichiarato questa signora agli agenti della polizia locale, che da giorni, in borghese pattugliano le strade intorno alla Manifattura – aveva scritto il Sindaco nel suo post – Gli agenti l’hanno colta in flagrante e sanzionata con 300 euro di multa, perché ha lasciato sul marciapiede gli escrementi del suo cane.

Guarda: Multata aver raccolto la cacca del cane. La reazione “ve la prendete con me?”. E il sindaco festeggia su Fb

Naturalmente è impensabile sguinzagliare decine di agenti per tutta la città a caccia di questi concittadini smemorati. Il problema si risolve solo se diventiamo tutti più civili. Ma devo ammettere di essere felice nel vedere questo filmato. Anche perché sono sicuro che la prossima volta la signora sarà molto meno ‘distratta’”.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteBufera sul ministro per alcuni post contro le Forze dell'Ordine. Meloni chiede le dimissioni, per Lega e Pd deve chiarire
Prossimo articoloCome mangiare al mattino per essere subito pieni di energie e buonumore

Nessun commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.