Condividi

Ordinanza anti-prostituzione in arrivo a Roma. Il sindaco Virginia Raggi infatti potrebbe usare la mano pesante contro i clienti delle “schiave del sesso”

Roma, multa e carcere per chi va a prostitute

Ordinanza anti-prostituzione in arrivo a Roma. Il sindaco Virginia Raggi infatti potrebbe usare la mano pesante contro i clienti delle “schiave del sesso”.

Roma, arriva l’ordinanza anti prostituzione? Come riportano il Giornale e ilMessaggero, il provvedimento potrebbe introdurre l’arresto fino a tre mesi per chi frequenta le prostitute, con pena questa commutabile con un’ammenda di 206 euro.

Ma la giunta romana non sarebbe il primo esempio del genere, provvedimenti simili sono già statri infatti presi a Firenze dal sindaco Dario Nardella.

Infatti nella città toscana viene applicato l’articolo 650 del codice penale.

C’è un però: l’Avvocatura del Comune avrebbe sollevato alcuni punti critici della norma che potrebbero mettere in discussione la scelta che si appresta la giunta.

In pratica un’ordinanza deve essere “urgente e contingibile” e sarebbe questo cavillo a rendere il provvedimento impugnabile al Tar col rischio di un vero e proprio effetto boomerang.

 

 

La giunta capitolina sembra però non voler fare marcia indietro, decidendo di affidare a Marco Cardilli, delegato per la sicurezza, di approfondire la questione legale per studiare un provvedimento efficace.

“Non sarà la soluzione, ma sicuramente servirà da deterrente”, fanno sapere dal Campidoglio.

I tempi per la far passare l’ordinanza sembrano per il momento lunghi. Di fatto il sindaco è determinato a studiare nuovi provvedimenti per frenare lo sfruttamento della prostituzione per le strade di Roma.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteOroscopo 2018: la profezia definitiva segno per segno. Parla Antonio Capitani: chi sarà il più fortunato dell'anno
Prossimo articoloFuochi di fine anno, i consigli della polizia: niente botti proibiti e mai raccogliere gli "inesplosi"