Condividi

Costretta a scendere dall’autobus e a pagare una multa da 40 euro a 90 anni per un abbonamento scaduto da pochi giorni. È successo alla signora Maria. La storia è raccontata da huffingtonpost.

“Mentre tornavo a casa con l’autobus come ogni giorno – racconta la signora Graziani – sono arrivata alla fermata. È salito a bordo il controllore, una donna, e ha chiesto di vedere il mio biglietto. Io ho l’abbonamento, ma proprio in quel momento ho scoperto di aver dimenticato di rinnovarlo. Ho chiesto di poter pagare un nuovo biglietto, ma la controllare mi ha detto di scendere con lei per farmi il verbale e la multa. Mi ha trattata male e mi ha umiliato: non mi era mai successo in 90 anni. Mi ha fatto piangere”.

Eppure non c’è stato niente da fare:

“La controllora è scesa con la mamma e le ha compilato il verbale, nonostante due ragazzi si fossero gentilmente offerti di dare un biglietto alla mamma e avessero chiesto all’agente di lasciar correre, vista anche l’età della donna coinvolta. Non è servito a niente. Mia mamma sta male anche ora, piange mentre racconta l’angheria subita”.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteBari, manifestazione dei pescatori contro leggi UE: bombe carta contro la Polizia
Prossimo articoloVenezia, quattro diverse aggressioni alla polizia in poche ore

Nessun commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.