Muore in servizio mentre insegue i ladri: addio al Carabiniere Gianluca Sciannacca

Nel tentativo di sventare un furto in appartamento a Ramacca, in provincia di Catania, un appuntato scelto di 41 anni, ieri sera, ha perso la vita precipitando all’interno della tromba della scala di una palazzina di quattro piani.
 La caduta presenta ancora dei punti oscuri e gli inquirenti stanno tentando di capire se l’appuntato dei carabinieri stesse inseguendo qualcuno nella terrazza del palazzo oppure se sia inciampato accidentalmente, precipitando poi a terra dopo un volo di circa 12 metri. Gianluca Sciannaca, 41enne, originario di Militello Val di Catania, «ricordato da colleghi ed amici tutti per il particolare attaccamento all’Istituzione ed il non comune senso del dovere, nonché per la sua spontaneità, semplicità e solarità, lascia gli anziani genitori, un fratello ed una sorella», sottolinea una nota.
I funerali si svolgeranno domani alle ore 12 nella Chiesa di San Benedetto di Militello Val di Catania. Con Del Sette saranno presenti il Comandante Interregionale «Culquaber», Generale di Corpo d’Armata Silvio Ghiselli, il Comandante della Legione «Sicilia», Generale di Brigata Riccardo Galletta, del Prefetto di Catania Maria Guia Federico e dei vertici locali dell’Arma. «Siamo vicini alla famiglia del carabiniere che, purtroppo, ha perso la vita a Catania nel corso di un sopralluogo dopo una rapina. Un tragico incidente che dimostra come le nostre forze dell’ordine sono costrette ad affrontare mille difficoltà per assicurarci un servizio sempre efficiente.