Taormina, collettivo dedica murales a “Santa Carola Rackete, protettrice dei rifugiati”

Un bambino con un giubbotto salvagente arancione in braccio a una donna con gli occhi azzurri e un’aureola sulla testa: quella donna è Carola Rackete, e la capitana della Sea Watch è stata ritratta alla stregua di una santa in un murale apparso in Via Crocifisso a Taormina dal titolo inequivocabile, “Santa Carola, protettrice dei rifugiati“. Il ritratto è stato realizzato dal collettivo artistico Tvboy e secondo molti la scelta stilistica non sarebbe affatto casuale.